Fasano, Laterza: ''Difficile riprendere. Rammarico per la Coppa'' - I AM CALCIO BRINDISI

Fasano, Laterza: ''Difficile riprendere. Rammarico per la Coppa''

Le parole del tecnico biancazzurro
Le parole del tecnico biancazzurro
BrindisiSerie D Girone H

Intervenuto ai microfoni dei colleghi di Telesveva, il tecnico del Fasano, Giuseppe Laterza, ha fatto il punto della situazione in casa fasanese, tracciando inoltre un bilancio su quella che è stata la stagione dei biancazzurri. Non è mancato poi un pensiero alla storica finale di Coppa Italia che la propria squadra avrebbe dovuto disputare.

Queste le sue parole:

''Sto vivendo questo momento particolare come tutti, ovviamente a casa, cercando di rispettare il protocollo sanitario e cercando di riempire la mia giornata con la famiglia. Parlando da persona intelligente è chiaro che il protocollo sanitario non è attuabile nella nostra categoria, di conseguenza più passa il tempo e più perdiamo le speranze di poter riprendere a giocare. Onestamente in questo momento i numeri non sono dalla nostra parte e dobbiamo rispettare tutto il lavoro che si sta facendo all’interno della nostra Nazione: restiamo calmi e attendiamo l’evolversi della situazione, però la vedo difficile riprendere.

Penso che i campionati si vincano sul campo. È ovvio che l’ultima parte della stagione è sempre importante, è quella che ti consente di vincere il campionato, oppure di perderlo. Ci sono ancora partite importanti da giocare sia dal punto di vista dell’alta classifica che della bassa. Una decisione però va presa ed è ovvio che in questo momento secondo me la classifica va cristallizzata e bisogna permettere alla squadra che attualmente è prima di vincere il campionato. Il Bitonto ha meritato, ma c’è anche il Foggia, che merita qualcosa in più stando effettivamente ad un solo punto dalla prima e non sarebbe facile accettare una decisione del genere.

Il calcio dilettantistico si poggia molto sulle sponsorizzazioni e su quello che la città può offrire. Ci sono presidenti che ce la mettono tutta, però purtroppo questo è un momento complicato: dal punto di vista economico è una catastrofe e sicuramente ci saranno delle ripercussioni su diverse squadre. Non giocare la finale di Coppa è per noi un grande rammarico, però se torniamo indietro e vediamo tutto quello che sta succedendo alla nostra Nazione, passa ovviamente in secondo piano.

Col presidente non abbiamo ancora parlato del futuro, perché come tutte le altre squadre abbiamo ancora voglia di tornare in campo e la testa è ovviamente lì. Ci sarà come ogni anno la possibilità di fermarci e di parlare del futuro come abbiamo sempre fatto. È vero che sono sei anni, otto compreso i due da calciatore, consecutivi a Fasano, però è vero che ogni anno con molta tranquillità e senza dare mai nulla per scontato ci si ferma, si programma e vedremo se ci sarà ancora la possibilità di continuare insieme oppure no''.

Ignazio Silvestri